Nicola Gaiba alias Geko “Il Cambiamento è una costante”

Nicola Gaiba alias Geko “Il Cambiamento è una costante”

Da dicembre 2018 sarà possibile ammirare ed acquistare le opere di Nicola Gaiba alias Geko in esposizione presso il Green Hope.

Da quando l’uomo ha iniziato a tracciare segni su superfici, per rituali magico-propiziatori o per formulare gli schemi di un linguaggio, in parallelo è nata la creatività, questa agli albori della storia era simbolica e con essa nacque anche la prima ricerca di un’estetica nella percezione visiva.



L’applicazione a forme grafiche o a codicizzazioni si è poi trasformata nella storia dell’arte in un’infinità di stimoli visivi, molti artefici hanno reso questo modo di creare un vero e proprio stile, un autentico spazio alla ricerca artistica.



Dall’arte all’artigianato, ancora oggi attorno a questa fase del comporre grafica, esiste più di un elemento che fornisce spunti per un’imprevedibile visione di nuovi codici.



Giocare e generare con il segno grafico e limitrofi appendici che lo completano ed esaltano: linee, colori, ecc, è sicuramente un atto di pura emozione creativa.



Analizzando le opere di Gaiba, subito emerge una fibrillazione, una energia che fluttua in ogni direzione, una ricerca continua che approda a dimensioni sempre inaspettate.



Non si direbbe che questa mano così prolifera non abbia avuto un’appendice scolastica, questo mi conferma che l’autoformazione è sempre più un sistema che non riduce le aspettative nel mondo dell’arte, anzi si manifesta subito depurata di quell’accademismo che molte volte per chi vuole creare una sua espressiva, spesso lo rende succube dell’impronta di un maestro o addirittura ne resta schiavo per sempre.



Perdere gli stilemi appresi, scrollarseli di dosso è un grande impegno che in questo frangente quindi non sussiste, Gaiba è libero di spostarsi in un pluriderezionalismo concreto, genuino, ovviamente conosce e ha un’autocontrollo di tutti quegli stimoli provenienti dal mondo dell’arte, ma non è sicuramente un copista o un tacito imitatore.



Vediamo subito nelle sue tavole una vera disciplina alchemico grafica, è presente nella disanima di alcuni suoi elaborati più di un profilo poetico, che spicca subito e si concretizza ora in un brulichio di geometrizzazioni, ora in una ripetizione quasi ossessiva di un guizzo segnico.



Tratto dalla raccolta opere 2017-2018

Prefazione del Professore Antonio Lenzi
© Eleven Company snc di Bondi Francesca e Rosini Marco - Partita Iva 02594470391 - NR. REA RA-215774
  • Sign up
Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.
We do not share your personal details with anyone.
X